• ..........wireless communication platforms for disaster relief
  • .......... digital radio-communications for disaster management
  • .......satellite networks on critical missions
  • ..........multimedia platforms for emergency management
  • ............connectivity infrastructures for emergency and humanitarian relief
  • .......ham radio activity for social interest

 5X1000

 Communications Emergency Rescue

cf: 90013360376

 

aprs world 6inIQ4EV -15

 

TETRAERretre

 

ingvINGV - Situazione Sismica Attuale

7-8 Aprile 2018

Quarta edizione di Emerge Rimini, l'evento organizzato dalla Protezione Civile di Rimini come punto di incontro tra popolazione volontariato ed enti pubblici che operano nell'ambito della sicurezza territoriale.

Communications Emergeny Rescue ha organizzato la videoconferenza tra le autorità partecipanti al dibattito pubblico previsto sul molo del porto di Rimini e la sede della Protezione Civile Nazionale di via Ulpiano a Roma.

 

 

Lunedì 26 marzo a Bologna è stato presentato il nuovo Codice della Protezione Civile; l’incontro pubblico ha avuto luogo dalle 9.30 alle 13.30  presso il Centro congressi del CNR, Consiglio Nazionale delle Ricerche, via Gobetti 101.

L'iniziativa ha consentito l'approfondimento delle novità legislative introdotte dal Codice, approvato con il Decreto Legislativo n. 1/2018 ed entrato in vigore lo scorso 6 febbraio. Al contempo, sono stati forniti elementi di studio e riflessione per il processo di riforma a livello regionale, alla presenza di sindaci, volontari, forze dell’ordine, Vigili del fuoco, esponenti della comunità scientifica e di tutti i settori coinvolti nella sicurezza territoriale e protezione civile.

Communications Emergency Rescue è stato attivato dall'Agenzia per la Sicurezza del Territorio e Protezione Civile per effettuare le riprese video dell'evento.

Due attività in contemporanea per il CER il giorno 29 maggio 2016

Il primo appuntamento è con la manifestazione sportiva di Ravarino (BO), dove trasmetteremo in streaming via satellite le dimostrazioni sulla disciplina paraolimpica Wheel Chair Handball.

"Datti una Mossa"...il secondo appuntamento è nel cuore di Bologna, nel parco della Montagnola (piazza 8 Agosto), dove sarà allestita la "Città della Sicurezza", un programma delle componenti istituzionali  rivolta alla cittadinanza con dimostrazioni, prove, incontri sul tema di salute e sicurezza civile. Qui saremo presenti con il nostro veicolo speciale TLC.

 

volantino conPROGRlive

 scarica il programma

 

datti una mossa

 scarica il programma

 

Direttore
Giunta alla sua undicesima edizione, Volontassociate è la festa dell'Associazionismo e del Volontariato promossa da Città Metropolitana di Bologna e VOLABO - Centro Servizi per il Volontariato. Quest’anno il Comune di Anzola dell’Emilia ospita in casa propria la manifestazione che coinvolge tutte le Associazioni operanti sul territorio dell’Unione Terred’Acqua. Si tratta di una bella occasione per promuovere i valori e le attività del volontariato e delle organizzazioni no profit, coinvolgendo tutta la cittadinanza, a partire dai ragazzi delle scuole, in una specie di “villaggio del volontariato” dove incontrarsi, confrontarsi e scoprire tante emergenze sociali ed opportunità di servizio. Con il titolo: “C/ATTIVI CONTRO L’INDIFFERENZA” la nostra Amministrazione ha voluto caratterizzare l’evento con un invito ad attivarsi in prima persona per diventare testimoni di cittadinanza.

Ik4MFMIl giorno 14 febbraio 2015 saremo coinvolti a Bologna città, a partire dalle ore 10.00 e per tutta la giornata,  in una manifestazione dimostrativa di protezione civile per la cittadinanza. Con l'occasione saranno attivate trasmissioni radio sulle gamme radioamatoriali e potremo essere seguiti sulla nostra piattaforma webtv visibile direttamente da questo sito o dal canale ProtecerLiveTV .

La trasmissioni audio-video su web saranno trasmesse via satellite attraverso gli impianti KaSAT e SkyPlex operanti rispettivamente in banda Ka e banda Ku.

Come sempre, i collegamenti radio effettuati con la nostra stazione IQ4EV potranno essere confermati a richiesta con la nostra QSL speciale.

La manifestazione era prevista il 7 febbraio, ma a causa del maltempo non ha potuto avere luogo.

 

 

 

Inaugurazione CUP

18 ottobre 2014
ore 10,00 Centro Unificato di Protezione Civile Granarolo dell’Emilia, via del Frullo

Presentazione del CENTRO
intervengono
Beatrice Draghetti Presidente della Provincia di Bologna
Maurizio Mainetti Direttore Agenzia Regionale di
Protezione Civile

Riccardo Malagoli Assessore alla Protezione Civile del
Comune di Bologna
Emanuele Burgin Assessore all’Ambiente,
Protezione Civile della Provincia di Bologna
Daniela Lo Conte Sindaco Comune di Granarolo dell’Emilia
Matteo Castelli Presidente della Consulta Provinciale del Volontariato di Protezione Civile


ore 11,00 Consegna ai Volontari degli attestati di partecipazione al “Corso rischio idraulico”
ore 11,30 taglio del nastro e intitolazione

 

SAREMO ATTIVI IN DIRETTA STREAMING!!

 

 

univaperta

LA PROTEZIONE CIVILE SIAMO NOI

LEZIONE 1 (12 Marzo 2014)

Fenomeni naturali e loro incidenza sulle attività umane (Geologo)

  • Terra: Terremoto – Frane – Eruzioni vulcaniche
  • Acqua: Esondazioni – Maremoto
  • Aria: Fenomeni atmosferici

Perché avvengono, quali sono le conseguenze sull’uomo, come possiamo difenderci

(racconto e discussione sul fenomeno del terremoto emiliano del 2012)

LEZIONE 2 (19 Marzo 2014)

L’organizzazione collettiva della prevenzione e del soccorso (Funzionario dell’Agenzia Regionale di Protezione Civile - dott. Monni Antonio)

  • Concetto di Protezione civile
  • Sistema Nazionale di Protezione Civile
  • Agenzia di Protezione Civile Emilia-Romagna

LEZIONE 3 (26 Marzo – 2 Aprile 2014)

Il primo anello della protezione civile è il semplice cittadino (esperto di primo soccorso – CRI Bendanti Cinzia)

  • Comportamento individuale e domestico nelle situazioni di emergenza
  • Comportamento individuale e collettivo in caso di calamità
  • Comportamento individuale nelle emergenze in viaggio

LEZIONE 4 (9 Aprile 2014)

Mezzi e materiali della protezione civile (volontariato – ANA Gottarelli Diego)

  • Mezzi e Materiali per le macroemergenze
  • Colonna mobile e logistica
  • Come viene strutturato un campo di prima accoglienza

addestramento TETRA

 oggetto: Corso specialistico sulla gestione della BS TETRAFLEX DAMM

Con riferimento all’oggetto, si comunica che è in data 15 marzo 2014 con inizio ore 14.00 Presso C.RE.M.M. (Centro REgionale Materiali e Mezzi) Regione Emilia Romagna, via Agucchi, 90 Bologna,, verrà effettuato un corso avanzato sulla gestione operativa della Base Station TETRAFLEX DAMM che abbiamo in dotazione.
Il corso riveste carattere di massima importanza perché la BS è l'apparecchiatura destinata ad assicurare le comunicazioni locali della Colonna Mobile Regionale in caso di intervento.

Programma

  • caratteristiche hardware e software della BS Tetraflex DAMM
  • installazione della BS Tetraflex DAMM in ambito operativo
  • requisiti di sicurezza

Docente: ing. Marcheselli Federico
Associazione Corpo Emergenza Radioamatori
Coordinamento Provinciale di Bologna

SABATO 23 NOVEMBRE 2013 XXENNALE ASSOCIAZIONE PROTEZIONE CIVILE “ICARO”
Circolo XXV aprile, piazzale 2 Agosto, Correggio


PROGRAMMA:
ORE 10:00 Saluto del Sindaco di Correggio MARZIO IOTTI, del Presidente dell’Unione Comuni Pianura Reggiana PAOLA BARALDI, del Presidente della Provincia SONIA MASINI, del Presidente della Regione Emilia Romagna VASCO ERRANI e dell’Assessore Regionale alla Protezione Civile PAOLA GAZZOLO

ORE 11:00 Incontro sul tema:
“ IL FUTURO DELLE ASSOCIAZIONI DI PROTEZIONE CIVILE E I LORO RAPPORTI CON LA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE”
SALUTO DI GRAZIANO DEL RIO (MINISTRO AI RAPPORTI REGIONALI E AUTONOMIE)
Introduzione di PIER PAOLO LUGLI – Presidente di ICARO con passaggi fotografici inerenti ai venti anni di attività dell’Associazione
Intervento di VOLMER BONINI Presidente del Coordinamento Provinciale

Ore 11:30 Pausa caffè

a seguire RELATORI:
LORENZO ALESSANDRINI (Dipartimento Nazionale della Protezione Civile)
I RAPPORTI TRA LE ASSOCIAZIONI E LA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE

ROBERTO GIAROLA - TITTI POSTIGLIONE (Dipartimento Nazionale della Protezione Civile)
IL FUTURO DELLE ASSOCIAZIONI DI VOLONTARIATO CON L’ADOZIONE DEI NUOVI REGISTRI E LA NUOVA NORMATIVA.

MAURIZIO MAINETTI (Direttore dell’Agenzia Regionale della Protezione Civile)
IL RUOLO DELLA REGIONE NEI CONFRONTI DELLE ASSOCIAZIONI DI VOLONTARIATO - LA CENTRALITA’ O IL DECENTRAMENTO DELLE RISORSE

CONCLUSIONI DI FRANCO GABRIELLI (CAPO DIPARTIMENTO DELLA PROTEZIONE CIVILE)

Durante tutta la manifestazione saranno mantenuti i contatti video e satellitari con la sede di ICARO, il Centro Operativo Regionale e la Sala Situazioni Italia a Roma oltre all’esposizione di mezzi e attrezzature della Protezione Civile e dei Vigili del Fuoco nel piazzale adiacente

La sede di Icaro rimarrà aperta fino alle ore 17:00

[sigplus] Critical error: Image gallery folder imgqrpday is expected to be a path relative to the image base folder specified in the back-end.

header

{gallery}imgqrpday{/gallery}

 

Allestimenti vari su Defender R90

team CERL'appuntamento è a Domenica 18 Ottobre, nella piazza Maggiore di Bologna. A partire dalle ore 09.00 e fino al primo pomeriggio, Communications Emergenci Rescue sarà presente per illustrare a quanti lo desiderano, le tecnologie comunicative in dotazione e in particolare quelle presenti sul veicolo speciale in mostra.

Con l'occasione sarà attivata la stazione radioamatoriale IQ4EV e saranno anche effettuate trasmissioni live via satellite sulla piattaforma webTV ProtecerliveTV.

L'attività in programma fa parte di una iniziativa pubblica di informazione alla cittadinanza sul tema" Cambiamenti climatici, emergenza alluvioni e calore - Danni e rimedi" con inizio alle 9 fino alle 13.30 nella Sala Tassinari di Palazzo D'Accursio, in piazza Maggiore 6.

 

Più di 185 delegati hanno partecipato e ascoltato i relatori intervenuti sui ruoli vitali che i satelliti svolgono in una vasta gamma di settori. L'evento patrocinato dalla Commissione Europea si è svolto a Bruxelles il 27 settembre 2012 presso  il Comitato delle Regioni. Tema centrale è stato l'impiego dei satelliti in ambito emergenziale. Un collegamento in diretta satellitare è stato organizzato con Gilberto Ughi nella zona di emergenza sismica del modenese, che ha relazionato nel merito delle attività del Corpo Emergenza Radioamatori, una delle poche realtà internazionali in grado di gestire autonomamente comunicazioni satellitari nelle situazioni delle maxiemergenze. Speaker a Bruxelles è stata la parlamentare europea Elisabetta Gardini, che a nome della platea dei delegati ha effettuato numerose domande sulle tecniche adottate da CER.

0654 MAYDAY Webbanner final with Eurospace

 

Attività di trasmissione su frequenze radioamatoriali, con diretta via satellite delle immagini relative ai collegamenti.

Maggio 2011, attività tecnico specialistiche per l'adeguamento dei sistemi radioelettrici a microonde.

Attività tecnico specialistiche per la gestione del sistema TETRA R3 della protezione civile regionale

Attività tecnico specialistiche presso la stazione Telespazio di Gera-Lario. Dopo il montaggio da parte del CER delle nuove componenti RF e del modem satellitare del veicolo speciale, rese necessarie per la migrazione del sistema da Hot Bird 6 (13° E) a Euro Bird 3 (33° E), si è provveduto al collaudo finale e alle prove di regolarità del nuovo sistema.

Attività tecnico specialistiche per la gestione del sistema TETRA R3 della protezione civile regionale

Evento meritevole di più partecipazione da parte della cittadinanza. Forse poco pubblicizzato. Presenza altamente professionale con enti come l'Aeronautica Militare, l'Esercito Italiano Genio Ferrovieri, il servizio Metereologico della Regione Emilia Romagna, l'Istituto di Geofisica e ancora tanti altri.......e naturalmente anche noi...in bella compagnia

Giugno 2011, sostituzione della componente RF della parabola satellitare del mezzo mobile per modifica frequenze di lavoro della rete nazionale SkyPlexNet. Con l'occasione è stato sostituito completamente anche l'impianto di distribuzione elettrica a 220 Vca e 12 Vcc (300 m di cavo elettrico di varie sezioni)

Attività di collaudo di un sistema  mobile per il monitoraggio del territorio, con trasmissione video su piattaforme iperlan/TETRA

Maggio 2010,

Le verifiche hanno riguardato un sistema di trasmissione e ricezione audio-video, con tecnologia COFDM, da applicare ad una telecamera mobile.In particolare sono stati provati due trasmettitori, uno compatto da 200 mW adatto a situazioni ambientali particolarmente difficili e un secondo trasmettitore da 500 mW idoneo ad un utilizzo standard.La frequenza del sistema è impostabile da 2,2 a 2,7 GHz. Il ricevitore analizzato, con tecnologia diversity, era del tipo portatile assemblato in valigia stagna e dotato di monitor di controllo, esiste comunque anche la versione 1 o 2 U per rack 19”. Le antenne impiegate, omnidirezionali e direttive, avevano un guadagno compreso da 3 a 17 dBi.

La prima prova ha simulato una trasmissione in ambiente urbano, con riprese effettuate dalla telecamera spalleggiabile e operatore in movimento. La portata ottenuta con il trasmettitore da 200 mW è stata di oltre 500 m senza visibilità ottica, ovvero tra fabbricati e con presenza di verde (alberi e siepi) che non consentono la riflessione dei segnali. La situazione non è sostanzialmente mutata con il trasmettitore da 500 mW. I vantaggi del sistema COFDM e della tecnologia diversity sono chiaramente emersi, l’immagine stabile e di definizione ottima non è certamente comparabile con quella ottenuta da tecnologia analogica che, oltretutto, non è in grado di superare gli ostacoli. Viene pertanto confermata la validità dell’impianto per gli usi di ripresa abbinati al veicolo TLC, che deve successivamente ritrasmettere via satellite il segnale proveniente dalla telecamera mobile.

La seconda prova è stata effettuata in zona collinare, adatta per valutare l’impiego del sistema trasmittente da 500 mW collocato a bordo di un elicottero. Al fine di ottemperare ai regolamenti di sicurezza relativi al volo, l’antenna è stata installata all’interno dell’aeromobile, condizione fortemente limitante per l’ottimizzazione del sistema in prova. Le portate ottenute hanno raggiunto i 40 km, con immagini ricevute di buona definizione. Oltre questa distanza è risultata necessaria l’adozione sul ricevitore di antenne fortemente direzionali, come quelle paraboliche, impiegate per apprezzare l’incremento di guadagno. Il test ha dimostrato la necessità di visibilità ottica tra ricevitore e trasmettitore nella lunga distanza, essendo praticamente assenti i segnali riflessi. Ottimizzando gli impianti di antenna, ma senza ricorrere a particolari sistemi (autodirezionali), si ritiene possibile una portata di lavoro massima di circa 50 km

La terza prova ha riguardato il comportamento delle trasmissioni COFDM in grotta. Il luogo prescelto è stata la grotta del Farneto, un ipogeo naturale presente nei gessi bolognesi. Il ricevitore è stato posizionato nella sala sottostante l’apertura di accesso che conduce al cunicolo, il trasmettitore, da 200 mW, è stato collocato insieme ad una microtelecamera su un casco speleologico. La portata ottenuta non ha superato i 70 m. L’impiego di antenne con guadagno maggiore sul ricevitore non ha prodotto miglioramenti apprezzabili.

Attività tecnico specialistiche presso la stazione Telespazio di Gera-Lario

 

Corpo Emergenza Radioamatori ha effettuato un collegamento audiovisivo via satellite tra il Paladozza di Bologna e il campo base della protezione civile dell'Emilia Romagna a Villa Sant'Angelo in Abruzzo. Si è trattato di un evento mediatico per la chiusura delle attività emergenziali conseguenti al sisma del 2009 che ha colpito l'Abruzzo. Hanno partecipato oltre 4000 volontari emiliano-romagnoli e autorità nazionali e delle due regioni.

La manifestazione ha avuto pieno successo ed ha consentito l'interazione dei convenuti a Bologna come Guido Bertolaso, Vasco Errani, Demetrio Egidi, Stefania Pezzopane, Pierluigi Biondi  con i funzonari e i volontari della regione Emilia Romagna e della Regione Abruzzo ancora in servizio presso il campo di Villa S. Angelo.

Per realizzare il collegamento sono stati impiegati il mezzo speciale TLC del CER a Bologna e un carrello della società Elital a Villa Sant'Angelo, messo a disposizione da Telespazio e operato da una squadra del CER appositamente giunta sul posto. La piattaforma satellitare è stata quella normalmente impiegata nei casi di emergenza, ovvero il sistema SkyPlexNet in banda KU. I sistemi audiovisivi in Abruzzo ed il loro approntamento sono stati a cura di CER.

 

Attività sperimentali di utilizzo delle tecniche analogiche per la trasmissione audio video attraverso trasmettitori da 200 mW e 4W in gamma radioamatoriale a microonde

Giugno 2007 Ferrara, presentazione alla cittadinanza della volontariato di Protezione Civile

Attività sperimentali di utilizzo delle tecniche digitali per le trasmissioni audio-video

COMUNICATO
Sabato 13 maggio 2006, alcuni radioamatori volontari della protezione civile regionale sono tornati tra i banchi delle quinte classi del corso telecomunicazioni dell’ITIS "F. Alberghetti" di Imola.
Insieme agli studenti sono state effettuate alcune prove dimostrative sui metodi di trasmissione delle informazioni in emergenza. Ai tradizionali sistemi di comunicazione via radio in onde corte, che consentono collegamenti intercontinentali, si sono attuate prove con impianti digitali, in particolare è stato attivato l’impianto satellitare con tecnologia recentissima di Telespazio denominato SkyPlexNet, che permette trasmissioni audio-video (al momento in Italia, del tipo mobile, ne sono disponibili pochissimi). Gli studenti hanno anche potuto verificare le potenzialità del sistema APRS, che localizza e traccia a livello globale su cartografia le stazioni impegnate in operazioni di emergenza, consentendo con queste lo scambio di messaggi.
Ottenuto il diploma gli studenti possono chiedere l’esonero delle prove previste per ottenere il nominativo di stazione internazionale di radioamatore e condurre esperimenti a titolo di ricerca, a loro è quindi rivolta la massima attenzione per sviluppare eventuali interessi in questo settore tecnico, attivo anche per scopi di sicurezza civile.
Con la collaborazione dei radiotecnici della protezione civile, l’ITIS di Imola (titolare di un proprio nominativo di stazione radioelettrica) ha in corso di definizione un programma che dovrebbe portare nel 2008 alla realizzazione di progetti sperimentali.

Giugno 2006 Ferrara, presentazione alla cittadinanza del volontariato di protezione Civile.

Aprile 1998, inaugurazione della sede di protezione civile di Imola e del centro operativo CER

Presentazione delle attivitàl CER

Agosto 1997 Galliera (BO), festa del volontariato

Presentazione attività del CER in occasione di una manifestazione con tema Volontariato, organizzata da ARCI Imola nel 1997.

Continuando ad utilizzare questo sito l'utente acconsente all'utilizzo dei cookie sul browser come descritto nella cookie policy a meno che non siano stati disattivati. È possibile modificare le impostazioni dei cookie nelle impostazioni del browser, ma parti del sito potrebbero non funzionare.