• ..........wireless communication platforms for disaster relief
  • .......... digital radio-communications for disaster management
  • .......satellite networks on critical missions
  • ..........multimedia platforms for emergency management
  • ............connectivity infrastructures for emergency and humanitarian relief
  • ...............ham radio activity for social interested


 5X1000

 Communications Emergency Rescue

cf: 90013360376

 

aprs world 6inIQ4EV -15

 

TETRAERretre

 

ingvINGV - Situazione Sismica Attuale

Dal 22 al 26 settembre 2015 Communications Emergency Rescue, parteciperà a Ferrara ad una attività addestrativa di protezione civile concomitante alla manifestazione fieristica “ Remtech-CoastEsonda-Inertia” . coast logo it it

Olre all'allestimento di un campo di prima accoglienza, effettuato da Croce Rossa Italiana e da Associazione Nazionale Alpini, saranno messe in atto dal volontariato regionale e dall'Agenzia di Protezione Civile Emilia Romagna prove addestrative inerenti il rischio idrogeologico. La nostra organizzazione provvederà al supporto specialistico nell'ambito delle telecomunicazoni, in particolare di quelle multimediali effettuate via satellite con la sala operativa regionale. Con l'occasione e per tutto il periodo sarà attivata sulle frequenze attribuite al servizio internazionale di radioamatore la stazione IQ4EV.

Parte delle attività, trasmesse via satellite, saranno visibili su questo sito e sul canale Web TV -  ProtecerliveTV

 

 

Esercitazione intercomunale nei comuni di S. Lazzaro di Savena (BO), Castenaso (BO) e Granarolo (BO)

 

Forno Rosso 2007

 

Articolo pubblicato dalla Rivista della Protezione Civile Italiana

TELECOMUNICAZIONI SATELLITARI
Le telecomunicazioni, insieme all’informatica, sono indubbiamente uno dei settori che, nell’ultimo decennio, possono vantare la maggior vivacità in termini di sviluppo tecnologico e commerciale.
Il mix tra un po’ di silicio e le menti eccelse di qualche ricercatore, hanno consentito alla nostra generazione di assistere ad una incredibile evoluzione delle applicazioni e dei servizi per la comunicazione, modificando anche culturalmente tutti i livelli della comunità sociale.
Le attività di comunicazione legate alla protezione Civile hanno sicuramente beneficiato dei progressi tecnologici ed i vari soggetti interessati hanno potuto mettere in campo progetti realizzabili a costi sostenibili.
In occasione dell’esercitazione nazionale Forlivese 2003, si è potuto costatare come, anche in caso di emergenza, sia ormai possibile la gestione autonoma di applicazioni tecniche per le telecomunicazioni, riconducibili a quelle offerte dai servizi di rete.
In particolare il volontariato della Regione Emilia Romagna (Corpo Emergenza Radioamatori) ha effettuato trasmissioni satellitari bidirezionali dal Campo Base della Colonna Mobile.
I collegamenti effettuati hanno interessato due sistemi diversi:
•    il primo a larga banda per collegamento bidirezonale in video con il Dipartimento di Roma, utilizzando una applicazione denominata DSAT 2000, costituita da un terminale mobile a 2 Mbps con parabola di dimensioni 2,4 m e potenza emessa variabile da 4 a 32 Watt. Il satellite impiegato è stato messo a disposizione da EUTELSAT che è una società di diritto Francese ed è il principale operatore satellitare al mondo. La postazione DSAT 2000 presso il Dipartimento è stata messa a disposizione dal Servizio di Protezione Civile della Regione Piemonte, mentre quella mobile presso il campo base è stata fornita da Satellite Communication Services, che è provider di Eutelsat per l’Italia e che ha anche provveduto alla necessaria consulenza.
•     il secondo sistema denominato Bgan a 144 Kbps per collegamento tra il campo base ed il Centro Operativo della Regione Emilia Romagna ha interessato il trasferimento di dati ed immagini tra satellite Inmarsat e la rete Internet. L’apparecchiatura compatta è stata fornita dalla Radiomarelli.

 

Forlivese 2003

Addestramento congiunto in occasione dell'esposizione di protezione civile a Ferrara

Esercitazione intercomunale nei Comuni di Dozza (BO) e Castel San Pietro Terme (BO)

Programma dell'esercitazione

Esercitazione intercomunale nell'area di San Giovanni in Persiceto (BO)

Esercitazione intercomunale della Consulta Provinciale del Volontariato di Bologna nella valle del Savena. E' stato allestito un COM preso il Comune di Monterenzio, sede del campo base dell'esercitazione.

 

Prove congiunte con la Croce Rossa Italiana  della provincia di Bologna. L'addestramento è stato effettuato nel Comune di Imola dove è stato allestito un campo base per l'assistenza sanitaria di un'area di livello circondariale.

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni coockie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera acconsenti all'uso dei coockie