20 maggio 2012

Alle ore 04.04 una scossa sismica di magnituto 5.9 con epicentro Mirandola (MO), ha interessato la zona compresa tra Bologna, Ferrara, Modena.

Il fenomeno sismico ha causato ingenti danni, in particolare alle strutture storiche e ad alcuni complessi industriali di recente costruzione. Purtroppo si registrano alcune vittime, molti feriti.

Sono in atto interventi di soccorso e di assistenza a circa 4.500 cittadini che non sono in condizione di rientrare nelle proprie abitazioni. Presso i comuni colpiti, in particolare Finale Emilia (MO), Mirandola (MO), San Felice, sul Panaro, (MO), Poggio Renatico (FE), San'Agostino (FE), Cento (FE), Mirabello (FE), sono statie organizzate delle strutture di accoglienza per la popolazione, rappresentate da fabbricati sportivi o da campi tenda, tutti dotati di servizi e mensa.

Le strutture sono state realizzate con il contributo del volontariato regionale, in capo fin dai primi momenti e grazie all'aiuto prontamente prestato dalle protezioni civili della Toscana, Marche, Umbria, Trentino, Veneto, Friuli V. G.

Non si registrano criticità alle infrastrutture strategiche, come le telecomunicazioni e le attività di coordinamento sono attuate, a supporto dei tradizionali sistemi di rete, attraverso la rete radio TETRA regionale R3 o con sistemi locali di tipo analogico.

Personale della nostra organizzazione è coinvolto nelle attività di coordinamento  dell'emergenza presso la funzione multirischio dell'Agenzia regionale di Protezione Civile.


Continuando ad utilizzare questo sito l'utente acconsente all'utilizzo dei cookie sul browser come descritto nella cookie policy a meno che non siano stati disattivati. È possibile modificare le impostazioni dei cookie nelle impostazioni del browser, ma parti del sito potrebbero non funzionare.