10 - 12 ottobre 2003, Esercitazione Regionale denominata "Forlivese" 2003, in collaborazione con il Dipartimento Nazionale.

L' Associazione Corpo Emergenza Radioamatori è in procinto di adottare la tecnologia satellitare come principale sistema per attuare le comunicazioni strategiche di protezione civile. Abbiamo pertanto effettuato alcune prove sperimentali necessarie ad orientare la nostra fase progettuale.

Articolo pubblicato dalla Rivista della Protezione Civile Italiana

TELECOMUNICAZIONI SATELLITARI
Le telecomunicazioni, insieme all’informatica, sono indubbiamente uno dei settori che, nell’ultimo decennio, possono vantare la maggior vivacità in termini di sviluppo tecnologico e commerciale.
Il mix tra un po’ di silicio e le menti eccelse di qualche ricercatore, hanno consentito alla nostra generazione di assistere ad una incredibile evoluzione delle applicazioni e dei servizi per la comunicazione, modificando anche culturalmente tutti i livelli della comunità sociale.
Le attività di comunicazione legate alla protezione Civile hanno sicuramente beneficiato dei progressi tecnologici ed i vari soggetti interessati hanno potuto mettere in campo progetti realizzabili a costi sostenibili.
In occasione dell’esercitazione nazionale Forlivese 2003, si è potuto costatare come, anche in caso di emergenza, sia ormai possibile la gestione autonoma di applicazioni tecniche per le telecomunicazioni, riconducibili a quelle offerte dai servizi di rete.
In particolare il volontariato della Regione Emilia Romagna (Corpo Emergenza Radioamatori) ha effettuato trasmissioni satellitari bidirezionali dal Campo Base della Colonna Mobile.
I collegamenti effettuati hanno interessato due sistemi diversi:
•    il primo a larga banda per collegamento bidirezonale in video con il Dipartimento di Roma, utilizzando una applicazione denominata DSAT 2000, costituita da un terminale mobile a 2 Mbps con parabola di dimensioni 2,4 m e potenza emessa variabile da 4 a 32 Watt. Il satellite impiegato è stato messo a disposizione da EUTELSAT che è una società di diritto Francese ed è il principale operatore satellitare al mondo. La postazione DSAT 2000 presso il Dipartimento è stata messa a disposizione dal Servizio di Protezione Civile della Regione Piemonte, mentre quella mobile presso il campo base è stata fornita da Satellite Communication Services, che è provider di Eutelsat per l’Italia e che ha anche provveduto alla necessaria consulenza.
•     il secondo sistema denominato Bgan a 144 Kbps per collegamento tra il campo base ed il Centro Operativo della Regione Emilia Romagna ha interessato il trasferimento di dati ed immagini tra satellite Inmarsat e la rete Internet. L’apparecchiatura compatta è stata fornita dalla Radiomarelli.

Come di consueto la nostra organizzazione ha predisposto tutto l'impianto dell'esercitazione.

impianto

Save
Cookies user prefences
We use cookies to ensure you to get the best experience on our website. If you decline the use of cookies, this website may not function as expected.
Accept all
Decline all
Read more
Analytics
Tools used to analyze the data to measure the effectiveness of a website and to understand how it works.
Google Analytics
Accept
Decline